Ormoni ai bambini in cambio di regali dall'azienda farmaceutica: indagati 67 medici

Medicina 1' di lettura 17/10/2012 - Ricevevano soldi e regali vari per incrementare le prescrizioni di alcuni farmaci ormonali, anche a bambini e con dosaggi superiori alle indicazioni terapeutiche.

Per questo 67 medici, tra cui molti pediatri ed endocrinologi, sono indagati dai carabinieri dei Nas nell'ambito dell'operazione "Do ut des", che ha svelato un vasto sistema di corruzione. Tra gli indagati figurano anche dodici dirigenti e informatori farmaceutici della Sandoz, azienda farmaceutica che si occupa della produzione di farmaci ormonali e per la crescita.

Per incrementare le vendite di alcune medicine gli informatori scientifici promettevano ai camici bianchi somme di denaro, viaggi e costosi oggetti di consumo. Il tutto grazie a fatture false che giustificavano il denaro come somme spese per attività di consulenza o per contributi a congressi e meeting internazionali.

L'indagine, condotta dai Carabinieri di Bologna e coordinata dalle Procure della Repubblica di Rimini e Busto Arsizio, ha portato ad effettuare 77 perquisizioni in 15 regioni d'Italia. Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere, corruzione, istigazione alla corruzione, truffa ai danni del servizio sanitario nazionale, falso.






Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2012 alle 17:45 sul giornale del 18 ottobre 2012 - 2558 letture

In questo articolo si parla di cronaca, medicina, salute, farmaci, corruzione, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/E41





logoEV