Sandy, bilancio tragico: almeno 40 morti. 8 milioni di americani senza elettricità

uragano sandy new york 1' di lettura 30/10/2012 - Sono almeno 40 le vittime (ma il dato è destinato a crescere) provocate dal passaggio dell'uragano Sandy dal Connecticut al North Carolina.

Scene di devastazione un po' ovunque, specie nello stato del New Jersey. Buona parte della costa est è al buio, recenti stime del dipartimento Usa dell'energia parlano di almeno 8 milioni di cittadini americani senza elettricità. Tre centrali nucleari sono state chiuse, tra cui quella di Indian Point, nei pressi di New York, e una quarta è sotto attento monitoraggio. Sandy ha causato anche la rottura di una diga nel nord del New Jersey, che ha causato l'inondazione di diverse città.

Anche a New York la situazione resta grave: aeroporti e metropolitana sono chiusi a causa dei vasti allagamenti. Chiusa per il secondo giorno consecutivo anche la borsa di Wall Street, un evento che non si verificava, per cause naturali, dal lontano 1888. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha dichiarato lo "stato di catastrofe" a New York e in New Jersey. Intanto è iniziata la conta dei danni: le prime stime parlano di almeno 20 miliardi di dollari, ma la cifra è destinata a lievitare con il passare dei giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2012 alle 20:31 sul giornale del 31 ottobre 2012 - 2146 letture

In questo articolo si parla di attualità, new york, uragano, marco vitaloni, Sandy

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Fxw





logoEV