SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Sperimentazioni non autorizzate: arrestati 9 cardiologi del Policlinico di Modena

1' di lettura
2394

sala operatoria

Impiantavano in pazienti ignari dispositivi medici ancora in fase di sperimentazione, a volte difettosi, per testarne la validità, e creavano false cartelle cliniche.

Per questo 9 medici cardiologi del Policlinico di Modena sono stati arrestati dai carabinieri del Nas di Parma. Nell'ambito dell'operazione, denominata "Camici sporchi", sono state effettuate 33 perquisizioni in dieci regioni, e a 12 aziende che producono attrezzature cardiologiche (di cui 6 straniere) è stato imposto il divieto di contrattare con la Pubblica amministrazione.

L'indagine, portata avanti dai Nas di Parma e coordinata dalla Procura di Modena, ha portato alla luce una vasta organizzazione composta da cardiologi e rappresentanti di ditte fornitrici di attrezzature mediche. I medici arrestati sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere, peculato, corruzione, falso in atto pubblico, truffa ai danni del Servizio sanitario nazionale e sperimentazioni cliniche senza autorizzazione.

In pratica le aziende corrompevano gli specialisti affinchè conducessero sperimentazioni cliniche senza autorizzazione, impiantando a pazienti ignari dispositivi medici (stent, palloncini medicali per angioplastica) in fase sperimentale. L'operazione ha inoltre portato al sequestro di circa 1 milione di euro depositati su conto correnti bancari di onlus fittizie, create appositamente per gestire il giro di corruzione.



sala operatoria

Questo è un articolo pubblicato il 09-11-2012 alle 18:24 sul giornale del 10 novembre 2012 - 2394 letture