SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Condomini, la riforma è legge. Ecco le principali novità

1' di lettura
3671

condominio

E' diventata legge la riforma dei condomini, con importanti novità sulla figura dell'amministratore, sul riscaldamento e sugli animali domestici.

La Commissione Giustizia del Senato ha infatto approvato in sede deliberante, e quindi in via definitiva, la riforma della disciplina del condominio. Sono tante le novità introdotte dal testo che andranno ad influire sulla vita condominiale di oltre 30 milioni di italiani.

A partire dalla figura dell'amministratore, che resterà in carica due anni e che dovrà rispondere a precisi requisiti di formazione (necessari il diploma di scuola secondaria di secondo grado e un corso di formazione) e onorabilità. Prevista anche l'ipotesi che l'amministratore debba, su richiesta dell’assemblea, stipulare una speciale polizza assicurativa a tutela dai rischi derivanti dalla professione.

Novità importante sul fronte animali: il regolamento condominiale non potrà più vietare di tenere animali in casa, purchè siano "domestici". Nuove norme anche sul riscaldamento: ci si potrà staccare dall'impianto centralizzato senza dover attendere il benestare dell'assemblea, ma a patto di non creare pregiudizi agli altri e di continuare a pagare la manutenzione straordinaria dell'impianto condominiale.

Previste poi procedure più snelle: cala infatti il qorum (dovrà essere pari alla maggioranza degli intervenuti in assemblea, che rappresentino almeno la metà dei millesimi) per deliberare l'installazione di impianti di videosorveglianza o di produzione di energia solare, o per attivare un sito internet del condomino, ad accesso individuale e protetto da password, per consultare tutti gli atti e i rendiconti mensili. Basteranno poi i quattro quinti per decidere il cambio di destinazione d'uso dei locali comuni.



condominio

Questo è un articolo pubblicato il 20-11-2012 alle 22:45 sul giornale del 21 novembre 2012 - 3671 letture