SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Casteldelci: violenza sessuale su una 15enne da oltre dieci anni, il sindaco agli arresti domiciliari

3' di lettura
1715

Mario Fortini, 61 anni, primo cittadino di Casteldelci
Nella tarda serata di ieri, i militari della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, unitamente ai colleghi della Stazione di Pennabilli, hanno concluso l’operazione denominata convenzionalmente “AURORA” dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti del sindaco del comune di Casteldelci.

Il provvedimento restrittivo, che è scaturito da indagini svolte dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Novafeltria e dalla Stazione CC di Pennabilli, è stato emesso dal G.I.P. Distrettuale di Bologna, Dott. Andrea Santucci, su richiesta del P.M. Dott. Simone Purgato della Direzione Distrettuale Antimafia di Bologna.

I reati contestati sono quelli previsti dal 609 bis, 609 ter, e 609 septies del codice penale, (violenza sessuale aggravata) e 600 quater C.P. (detenzione di materiale pedopornografico).

L’indagine ha preso avvio nello scorso mese di agosto, allorquando i militari operanti sono venuti a conoscenza di presunti abusi sessuali compiuti dal sig. Mario Fortini, sindaco del comune di Casteldelci, su una minore di anni 15 (nome di fantasia “Aurora”). Immediatamente sono scattate le indagini che hanno permesso di ricostruire la vicenda di violenza nei confronti della minore che risulterebbe posta in essere sin dal 2002, quando la minore aveva l’età di quattro/cinque anni.

La condotta delittuosa si sarebbe protratta, stante alle risultanze info-investigative, per anni fino all’ultimo episodio verificatosi nella scorsa primavera. L’attività investigativa, inizialmente coordinata dal P.M. Dott. Marino Cerioni della Procura della Repubblica di Rimini, è poi confluita, per competenza per materia, alla DDA di Bologna, allorquando è emersa anche l’ipotesi delittuosa di detenzione di materiale pedopornografico.

Dall’indagine è emerso che la minore per circa dieci anni sarebbe stata costretta a subire atti sessuali, solitamente all’interno dell’abitazione del Fortini e qualche volta anche all’aperto. A seguito delle prime risultanze investigative emerse, i miliari della Compagnia di Novafeltria richiedevano alla Procura della Repubblica di Rimini, l’emissione di idoneo decreto di perquisizione presso l’abitazione del Fortini, nonché presso gli uffici del municipio di Casteldelci.

In data 06 settembre 2012, in esecuzione di decreto emesso dal Pubblico Ministero presso il Tribunale di Rimini, venivano effettuate le operazioni di perquisizione a carico del Fortini Mario, a seguito delle quali venivano rinvenuti e sequestrati telefoni cellulari, personal computer, pen drive, lettori cd rom, dvd ed altri supporti e materiali informatici.

A seguito di accertamenti esperiti sul contenuto di detto materiale informatico, emergeva la presenza di materiale pedopornografico. Nel corso delle indagini veniva escussa, con modalità protetta, anche la minore, che riferiva compiutamente sull’accaduto dell’intera vicenda. Al termine degli accertamenti, il sindaco è stato accompagnato presso il suo domicilio, ove rimarrà a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Al predetto è stato, inoltre, fatto divieto, di comunicare, con qualsiasi altro mezzo anche telefonico e telematico, con persone di età minore degli anni 18, nonché, per la durata di mesi 6, con le persone costituenti il nucleo familiare della minore.



Mario Fortini, 61 anni, primo cittadino di Casteldelci

Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2012 alle 08:50 sul giornale del 05 dicembre 2012 - 1715 letture