SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Rigenerare le cellule cardiache dopo l'infarto: ora si può

1' di lettura
3463

Cardiologia cuore
Riparare il cuore danneggiato dopo l'infarto potrebbe presto diventare possibile grazie alla scoperta di un gruppo di ricercatori del Centro internazionale di ingegneria genetica e biotecnologie di Trieste guidato dal professor Mauro Giacca, e pubblicato su "Nature".

Lo studio ha individuato piccoli frammenti di materiale genetico chiamati micro Rna in grado di risvegliare e attivare le cellule dormienti di una parte danneggiata del tessuto cardiaco, rigenerandole. Per arrivare a questa scoperta i ricercatori sono partiti dallo studio delle capacità di pesci e anfibi di rigenerare i tessuti cardiaci danneggiati, una proprietà che i mammiferi hanno perso nel corso dell'evoluzione.

"Abbiamo ipotizzato che – ha affermato Giacca – se il 'programma' rigenerativo esiste anche nei mammiferi, i micro Rna (una sorta di 'controllori' genetici naturali) potevano essere la chiave per riattivarlo". I ricercatori, in collaborazione con l'Università di Trieste, hanno sperimentato con successo la nuova tecnica sui topi, inducendo l'infarto e osservando poi come i cuori danneggiati si rigenerassero.

La scoperta potrebbe portare a sviluppare per la prima volta farmaci per la cura dei danni prodotti da infarti. Ma i tempi per le applicazioni saranno ancora molto lunghi, le prime sperimentazioni sull'uomo partiranno entro i prossimi due anni.



Cardiologia cuore

Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2012 alle 19:17 sul giornale del 07 dicembre 2012 - 3463 letture