SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Instagram ci ripensa: le foto degli utenti non saranno vendute

1' di lettura
2341

instagram

Di fronte alle proteste degli utenti per i nuovi termini di servizio che prevedevano la possibilità di vendere le foto della community a scopi promozionali, Instagram fa marcia indietro.

"Non vogliamo vendere le vostre foto o usarle per le pubblicità" ha spiegato sul blog della società Kevin Systrom, fondatore di Instagram. "Nulla è cambiato sul controllo che gli utenti hanno delle foto" ha detto, aggiungendo che "gli utenti hanno la proprietà degli scatti e Instagram non la reclamerà".

Dunque gli scatti degli utenti non diventeranno pubblicità. "Modificheremo parti delle nuove regole per spiegare meglio cosa succederà alle vostre foto e faremo di più per rispondere ai vostri dubbi ed eliminare la confusione" ha concluso Systrom. Il comunicato diffuso da Instagram arriva solo un giorno dopo l'annuncio delle nuove regole di utilizzo, che sarebbero entrate in vigore dal prossimo 16 gennaio. Un netto ripensamento quindi, provocato dalle veementi proteste della community, che aveva minacciato il cancellamento in massa degli account.

Una vittoria per il popolo del web, almeno fino a quando non saranno rivelate le modifiche ai termini di utilizzo. "Instragram - spiega infatti Systrom - è stato creato per diventare un business. La pubblicità è uno dei molti modi in cui Instagram può sostenersi, anche se non l'unico". La società deve generare introiti, in un modo o nell'altro, sopratutto ora che deve rispondere agli azionisti di Facebook.



instagram

Questo è un articolo pubblicato il 19-12-2012 alle 18:52 sul giornale del 20 dicembre 2012 - 2341 letture