SEI IN > VIVERE ITALIA > ECONOMIA
articolo

Crolla il mercato dell'auto: -20% nel 2012

1' di lettura
2200

Nel 2012 il mercato automobilistico in Italia, come nel resto d'Europa, è tornato ai livelli di trent'anni fa.

Un crollo netto: nell'anno appena passato le nuove immatricolazioni sono state poco più di 1,4 milioni, con un decremento del 19,87% rispetto al 2011, durante il quale ne furono immatricolate 1,75 milioni. Calo ancora più cospicuo nel mese di dicembre, -22,51% rispetto a dicembre 2011. Lo comunica il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

La crisi economica rappresenta sicuramente il fattore principale del calo delle vendite, ma ad influire sono anche gli aumenti sempre più cospicui di carburanti e assicurazioni. Il crollo del mercato riguarda comunque solo l'area euro, il mercato mondiale è in crescita ed ha fatto registrare nel 2012 un nuovo record.

Per quanto riguarda il gruppo Fiat, le vendite hanno fatto registrare rispetto al 2011 una flessione del 19,4%, con 414.920 nuove vetture immatricolate. Sale però, seppur lievemente, la quota di mercato in Italia del gruppo torinese: 29,59% nel 2012, contro il 29,4% dell'anno precedente.

L'auto più venduta in Italia nel 2012 è stata la Panda con quasi 118 mila immatricolazioni, di gran lunga l'auto più richiesta nel segmento delle piccole. Alle sue spalle la Punto con quasi 80 mila immatricolazioni, con una quota del 18,7% nel segmento B, dove è sempre l'auto più venduta.



Questo è un articolo pubblicato il 02-01-2013 alle 20:18 sul giornale del 03 gennaio 2013 - 2200 letture