SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Cori razzisti contro Boateng: tra gli indagati un assessore leghista

1' di lettura
2098

riccardo grittini

C'è un assessore leghista tra i sei tifosi denunciati per i cori razzisti che hanno portato alla sospensione dell'amichevole Pro Patria-Milan di giovedì scorso.

Si tratta di Riccardo Grittini, consigliere comunale e assessore allo Sport e alle Politiche giovanili del Comune di Corbetta, cittadina alle porte di Milano. Grittini, 22 anni a marzo, era stato eletto nelle amministrative del 2011 nella lista della Lega Nord e a novembre era diventato assessore nella giunta guidata dal sindaco Antonio Balzarotti.

Studente di scienze motorie all'Università Cattolica di Milano, Grittini è anche il portiere della squadra locale di calcio. Ora per lui, come per tutti gli altri tifosi denunciati, è scattato il Daspo, il divieto di accedere alle manifestazioni sportive. Il sindaco Balzarotti ha detto che Grittini rimarrà in giunta, almeno per ora: tutto dipende da come proseguirà l'indagine della procura.

"Mi ha detto testualmente: 'Urlavo contro Ambrosini più che contro Boateng' e io gli credo - ha spiegato il sindaco di Corbetta - Mi ha detto che a suo giudizio non ha commesso alcun reato, solo qualche 'buuu' generico, qualche urlata e nessuna parola offensiva".



riccardo grittini

Questo è un articolo pubblicato il 07-01-2013 alle 20:27 sul giornale del 08 gennaio 2013 - 2098 letture