SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Scuola: addio ai libri cartacei. Ridotti i tetti di spesa

1' di lettura
3591

libri
Presto i tradizionali libri cartacei spariranno dai banchi della scuola italiana: dall'anno scolastico 2014/2015 gli insegnanti potranno adottare solo libri digitali o nel formato misto.

Il Ministro dell'Istruzione Francesco Profumo ha firmato martedì il decreto ministeriale che punta a innovare il settore. Decreto arrivato dopo un lungo e acceso confronto con gli editori, decisi a difendere un mercato da 650 milioni di euro, che rappresenta di fatto il 20% dell'intero giro d'affari del mercato dei libri in Italia. Alla fine a spuntarla è stato Profumo.

Il passaggio al digitale sarà comunque graduale. Inizialmente l'innovazione riguarderà solo le classi prima e quarta della scuola primaria, la classe prima della scuola secondaria di I grado, la prima e la terza classe della secondaria di II grado. Progressivamente la riforma verrà estesa alle altre classi.

Altra novità significativa è la riduzione del tetto di spesa, il 20% in meno rispetto ai limiti previsti nell'anno 2013/2014. Le scuole potranno così utilizzare i risparmi ottenuti per dotare gli studenti dei supporti tecnologici necessari ad utilizzare al meglio i contenuti digitali.

Il ministero ha poi previsto una piattaforma digitale per la consultazione online dei testi da parte di docenti ed editori. Gli insegnanti potranno così consultare e scaricare le demo dei libri di testo.



libri

Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2013 alle 17:42 sul giornale del 28 marzo 2013 - 3591 letture