Palermo: in coda dall'alba per l'esenzione ticket, pensionato muore d'infarto

cadavere 1' di lettura 05/04/2013 - E' morto nella ressa, in attesa agli sportelli dell'Azienda sanitaria provinciale di Palermo.

Giuseppe Fontana, muratore in pensione di 68 anni, era in coda dalle cinque del mattino per rinnovare l'esenzione dal ticket in base al reddito. Come lui altre 300 persone. Attorno alle 9.30 tra la gente accalcata in attesa davanti agli sportelli è nata una accesa discussione per il turno. L'anziano ha accusato un malore e si è accasciato al suolo, stroncato da un infarto. I medici del poliambulatorio hanno provato a soccorrerlo, ma non c'è stato niente da fare.

La morte del pensionato ha suscitato le proteste delle persone in attesa, che hanno parlato di ritardi nei soccorsi e di mancanza di organizzazione da parte degli uffici della azienda sanitaria. Sulla vicenda i carabinieri hanno avviato un'inchiesta. Le resse agli sportelli di questi giorni sono causati in parte dal fatto che le asp siciliane non hanno rinnovato quest'anno la convenzione con i Caf. Gli utenti si devono quindi rivolgersi agli sportelli delle aziende.

Per evitare disagi eccessivi l'assessorato regionale alla Salute il 28 marzo aveva concesso una proroga fino al 30 giugno per alcune categorie di pazienti. Categoria in cui rientrava Giuseppe Fontana, che quindi avrebbe avuto tutto il tempo per rinnovare l'esenzione.






Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2013 alle 20:26 sul giornale del 06 aprile 2013 - 2874 letture

In questo articolo si parla di cronaca, palermo, ambulanza, 118, morto, infarto, cadavere, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Lst