Iran: terremoto di magnitudo 6.3, almeno 30 morti e 850 feriti

terremoto 1' di lettura 09/04/2013 - Una forte scossa di terremoto di magnitudo 6,3 ha colpito alle 16.22 ora locale (le 13.52 in Italia) l'Iran, nella provincia meridionale di Bushehr.

L'epicentro del sisma è stato localizzato a una profondità di 10 chilometri, a circa 90 chilometri a sud-est di Bushehr. La tv di stato iraniana ha riferito che il sisma "ha causato morti e feriti", senza però precisarne il numero. Un primo bilancio provvisorio delle vittime è stato fornito dall'Isna, l'agenzia degli studenti iraniani, che parla di almeno 30 morti e circa 850 feriti. Il sisma ha devastato i villaggi di Shambé e di Sana, e provocato danni enormi nelle città di Khormouj, Dayer e Kangan.

Secondo Mahmoud Mozaffar, capo della Mezzaluna Rossa locale, nella zona ci sarebbero circa 10.000 sfollati. Il sisma "non ha interessato la centrale nucleare di Bushehr", ha riferito il costruttore russo dell'impianto. Fonti ufficiali del governo hanno confermato che la centrale non ha subito danni. Il terremoto è stato seguito da cinque scosse di assestamento, due delle quali di magnitudo 4.8 e 5.3. Il sisma è stato avvertito fino a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, dove diversi grattacieli sono stati evacuati.






Questo è un articolo pubblicato il 09-04-2013 alle 21:05 sul giornale del 10 aprile 2013 - 2778 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, Iran, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/LBg