Iran: terremoto di magnitudo 7.8, numerose vittime

Sismografo rileva terremoto 1' di lettura 16/04/2013 - Una violenta scossa di terremoto, di magnitudo 7,8, ha colpito alle 15,14 (le 12,44 in Italia) la provincia di Sistan-Belucistan, nel Sud-Est dell'Iran, vicino al confine con il Pakistan.

L'epicentro del sisma, secondo l'Usgs, l'istituto geofisico statunitense, è stato localizzato a circa 86 chilometri dalla città di Khash e 81 chilometri da Saravan, a 15 km di profondità. Il primo bilancio delle vittime parla di almeno 81 morti e migliaia di edifici crollati, ma le autorità iraniane hanno parlato di "centinaia di vittime". Le vittime accertate in Pakistan, secondo fonti ufficiali, sono 40, circa 300 i feriti. L'ambasciata italiana a Teheran ha escluso che vi possano essere nostri connazionali tra le vittime.

Secondo il Guardian, la cittadina di Hiduch, che conta circa mille abitanti, "è stata interamente distrutta". In gran parte dell'area colpita dal terremoto è saltata l'energia elettrica, i sistemi di comunicazione sono fuori uso. Le autorità iraniane hanno dichiarato lo stato di emergenza.

Il sisma è stato nettamente avvertito in tutto il Golfo Persico, in Quatar, Bahrein, Dubai, Pakistan e India. Scene di panico a New Delhi, dove numerose persone hanno abbandonato gli edifici per riversarsi in strada. E' il sisma più potente che ha colpito l'Iran da 40 anni ad oggi.

Appena una settimana fa un sisma di magnitudo 6,3 aveva colpito la regione di Bushehr, provocando 40 morti e 850 feriti. Il 26 dicembre 2003 un terremoto di magnitudo 6,6 provocò in Iran 31mila morti e distrusse l'antica città di Bam, patrimonio dell'umanità dell'Unesco.






Questo è un articolo pubblicato il 16-04-2013 alle 16:44 sul giornale del 17 aprile 2013 - 2911 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, Iran, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/LRh





logoEV