SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Internet: Italia ancora indietro sulle connessioni a banda larga

1' di lettura
2819

internet - web

Un paese tecnologicamente in difficoltà e con una diffusa ignoranza informatica: è questa la fotografia dell'Italia scattata dall'Unione Europea, contenuta nel rapporto annuale sull'agenda digitale.

L’Italia è infatti l'ultimo tra i paesi europei per quanto riguarda la copertura Nga (Next Generatione Access), ovvero le reti in fibra ottica che offrono una velocità di almeno 30 Mbps. Le reti di ultima generazione sono disponibili solo per il 14% delle famiglie italiane, contro il 53,8% della media Ue. Un distacco imbarazzante. Decisamente più in linea con l'europa la copertura della banda larga standard, 98,4% (95,5% in Europa).

Secondo la Commissione Ue "l'Italia dovrebbe rafforzare ulteriormente gli investimenti in infrastrutture, in modo da aumentare la disponibilità di reti a banda larga veloci". Buone notizie arrivano dal settore mobile, dove le reti 3g (Hspa) coproni il 96,5% della popolazione, contro una media europea del 96,3%. L’Italia è ai primi posti anche per il tasso di penetrazione della banda larga mobile (14,3%), ben superiore alla media Ue (9%).

Ma il dato più preoccupante non è di natura tecnologica, bensì culturale: solo il 53% degli italiani accede regolarmente alla rete almeno una volta alla settimana, contro il 70% dell'Europa. Inoltre c'è una consistente fetta di popolazione (37%) che non ha mai usato internet, contro il 22% della media europea. Dati simili anche nel mobile, nonostante la grande diffusione degli smartphone: solo il 16% degli italiani accede al web via smartphone o tablet, contro una media europea del 36%.



internet - web

Questo è un articolo pubblicato il 12-06-2013 alle 18:58 sul giornale del 13 giugno 2013 - 2819 letture