SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

A causa dell'inquinamento perse ogni anno 5 milioni di giornate di lavoro

1' di lettura
2343

inquinamento

L'inquinamento si sa è un danno inestimabile per la popolazione di tutto il nostro pianeta, ma c'è anche chi ha provato a quantificarlo. E' quanto è stato studiato dall'Università di Stuttgard che ha emesso un rapporto al riguardo, commissionato da Greenpeace International, con il quale ha stimato la perdita ogni anno di 5 milioni di giornate di lavoro.

Il rapporto si basa sull'impatto negativo di 300 grandi centrali elettriche presenti in Europa e sulle previsioni dell'impatto che potrebbe avere la costruzione di 50 nuove centrali a carbone. Si stima che le due cose combinate potrebbero portare alla morte migliaia di cittadini europei. Lo studio sottolinea inoltre che l'inquinamento ha già provocato 240 mila morti premature nel 2010.

Il direttore esecutivo di Greenpeace International, Kumi Naidoo, invita l'Europa a rivedere il progetto che riguarda le nuove centrali e a puntare l'attenzione sulle fonti energetiche rinnovabili. Secondo il rapporto i 50 nuovi impianti provocherebbero danni alla salute a 32 mila cittadini all'anno, per un totale 1,3 milioni di anni di vita persi nell'arco della durata di servizio degli impianti prevista in 40 anni.



inquinamento

Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2013 alle 19:11 sul giornale del 14 giugno 2013 - 2343 letture