SEI IN > VIVERE ITALIA > SPORT
articolo

Calcio: Confederations Cup, l'Italia parte bene, battuto il Messico 2-1

1' di lettura
2945

Debutto vincente alla Confederations Cup per la nazionale azzurra, che batte 2-1 il Messico.

Decide il match nel nuovo Maracanà di Rio de Janeiro un gol di Mario Balotelli nel finale, dopo che il rigore di Hernandez aveva pareggiato il vantaggio firmato da Pirlo. Cesare Prandelli schiera l'Italia con il solo Balotelli davanti, con Marchisio e Giaccherini a supporto. Gli azzurri partono bene, decisamente meglio rispetto alle ultime uscite contro Haiti e Repubblica Ceca.

C'è corsa, c'è possesso palla, ed arrivano anche le occasioni, ma Balotelli difetta di precisione. Il Messico risponde con Guardado, gran sinistro sulla traversa. L'Italia passa in vantaggio al 27' con Andrea Pirlo, che trasforma in gol uno splendido calcio di punizione. Il modo migliore per festeggiare le 100 presenze con la maglia azzurra. Oltre al tributo del pubblico del Maracanà, che urla forte “Pirlo, Pirlo” ad ogni punizione.

Ma dopo solo cinque minuti il Messico pareggia: Barzagli prima pasticcia facendosi rubar palla da Dos Santos, poi lo stende in area. E' rigore, trasformato in gol da Hernandez. All'intervallo è 1-1. Nel secondo tempo l'Italia continua a cercare la via del gol, ma complice la stanchezza, crea poco. Ma il Messico sembra stare peggio, e fatica a pressare e a imbastire azioni d'attacco. E arriva il gol vittoria: passaggio no-look di Giaccherini al centro, Balotelli controlla e scarica di prepotenza la palla in rete. Nel finale l'Italia non rischia niente: 2-1.

Con questa vittoria gli azzurri raggiungono in vetta al girone A il Brasile, che ha battuto il Giappone 3-0. Prossima partita dell'Italia giovedì 20 contro la nazionale del Sol Levante.



Questo è un articolo pubblicato il 16-06-2013 alle 23:19 sul giornale del 17 giugno 2013 - 2945 letture