SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Arabia Saudita pronta a bloccare WhatsApp e Skype

1' di lettura
2700

whatsapp

Le autorità dell'Arabia Saudita potrebbero presto bloccare WhatsApp, l'applicazione di messagistica più famosa al mondo.

Dopo aver già oscurato Viber a inizio giugno, la Commissione per le telecomunicazioni di Riad ha annunciato che entro le prossime due settimane imporrà lo stop anche per WhatsApp e Skype, se le aziende non si adegueranno alle norme in vigore nel regno. Una legge del paese impone infatti che le agenzie governative possano accedere ai server per monitorare in tempo reale tutte le attività degli utenti.

Proprio per questo a marzo il governo saudita aveva 'invitato' le compagnie americane a conformarsi alle regole e creare un server locale. Dopo due mesi si è passati dalla parola ai fatti, e Viber è stato bloccato.

Dietro le motivazioni burocratiche di Riad, ci sarebbe in realtà il tentativo di controllare le comunicazioni e le tensioni sociali, anche alla luce di quanto sta accadendo in Turchia. Senza contare le ragioni economiche: gli introiti dei tre principali operatori telefonici del Paese stanno calando a causa della diffusione dei servizi di messaggistica instantanea.



whatsapp

Questo è un articolo pubblicato il 18-06-2013 alle 17:43 sul giornale del 19 giugno 2013 - 2700 letture