SEI IN > VIVERE ITALIA > SPORT
articolo

Tennis: a Wimbledon per la prima volta nella storia, 5 azzurri approdano al 3 turno

3' di lettura
2818

wimbledon

LONDRA - Storico risultato sull'erba londinese: per la prima volta, cinque italiani approdano al terzo turno del torneo: Seppi, Vinci, Pennetta, Giorgi e Knapp si giocheranno così un posto agli ottavi.

L'Italia gioca il poker a Wimbledon! Per la prima volta in 80 spedizioni azzurre, l'Italia piazza infatti cinque atleti al terzo turno: Flavia Pennetta, Camila Giorgi, Karin Knapp, Andreas Seppi Roberta Vinci.

Il tutto anche con un pizzico di fortuna. Pennetta e Seppi hanno infatti passato il turno dopo che Victoria Azarenka e Michael Llodra si sono ritirati. Mentre Flavia non è dovuta scendere neppure in campo - la bielorussa si era fatta male al ginocchio destro nelle fasi iniziali del match d'esordio contro Maria Joao Koehler - l'altotesino aveva vinto per 7-5 un primo set sostanzialmente equilibrato e iniziato male dopo che Llodra, garazie al suo gioco costante a rete era salito prima sul 3-0 e poi sul 4-1. Al terzo turno Andreas Seppi è atteso da Kei Nishikori che ha battuto Leonardo Mayer per 7-6 6-4 6-2. Per Seppi si tratta della terza volta al terzo turno sull'erba di Wimbledon.

Giorgi, Knapp e Vinci invece il terzo turno se lo devono sudare sul campo. Sono in particolar modo Giorgi e Knapp a sorprendere grazie a due match giocati con grande agonismo e tanta grinta. Camila si è imposta in due set tiratissimi sulla la romena Sorana Cirstea, testa di serie numero 22, in due tie break: 7-6 (9/7), 7-6 (8/6) in due ore e sette minuti. Karin ha estromesso invece dal torneo la ceca Lucie Safarova (n° 27 del tabellone) battendola per 4-6 6-4 6-4 in 2 ore e 11 minuti. L'altotesina, con molta pazienza e una tenuta mentale, dopo aver perso il primo set, si è poi imposta nel secondo risalnedo da un break e sfruttando anche un nastro fortunoso colpito su una risposta. Poi nel terzo set l'azzurra è andata nuovamente sotto un break, lo ha ripreso, ha mancato 2 palle per il 5-3 e sul 5-4 ha potuto alzare le braccia al cielo sul quarto e decisivo doppio fallo della ceca. L'azzurra, numero 104 del mondo, aveva già raggiunto il terzo turno in uno Slam al Roland Garros del 2007 e del 2008.

Sullo stesso campo di Seppi, il 14, centra l'impresa anche Roberta Vinci che si impone in tre lottatissimi set (6-1 4-6 9-7 in 2 ore e 14 minuti) contro la slovacca Jana Cepelova, numero 62 del mondo. Dopo un primo set impeccabile, Roberta rimette in pista l'avversaria a causa dei troppi errori e a un pericoloso calo mentale. Nel terzo e decisivo set l'azzurra ha conquistato il break nel quinto gioco, ma non è riuscito a confermalo. Sul 4 pari e poi sul 6 pari la tarantina ha strappato nuovamente la battuta andando a servire per il match sul 5-4 e poi sul 7-6 ma nuovamente non ha avuto la freddezza di chiudere la partita. Sul 7 pari la tarantina ha fatto ancora il break e per la terza volta è andata a servire per il match. Qui è salita 40-0, ha mancato il primo match point con una risposta vincente della Cepelova, poi ha sbagliato un rovescio, ma alla terza occasione ha chiuso con una stop volley che ha indotto all'errore la slovacca.

Al terzo turno Roberta Vinci attende la slovacca Dominika Cibulkova che ha lasciato appena un game alla spagnola Maria Teresa Torro Flor. Per la Vinci è la quinta presenza al terzo turno di Wimbledon in 8 partecipazioni: in precedenza le era riuscito nel 2005, 2009, 2011 e lo scorso anno quando arrivò fino agli ottavi di finale. Flavia se la vedrà invece contro la francese Cornet, Karin contro la portoghese De Brito, Camila contro la francese Cornet. Pioggia permettendo.



wimbledon

Questo è un articolo pubblicato il 28-06-2013 alle 13:00 sul giornale del 28 giugno 2013 - 2818 letture