Fiat, la Consulta: illegittima l'esclusione della Fiom dalla Rsa

FIOM 1' di lettura 03/07/2013 - La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo l'articolo 19 dello Statuto dei lavoratori, nella parte che consente la rappresentanza sindacale aziendale (Rsa) soltanto ai sindacati firmatari del contratto applicato nell'unità produttiva.

La Consulta dà quindi ragione alla Fiom, esclusa dalle Rsa degli stabilimenti Fiat per non aver sottoscritto il contratto voluto da Marchionne. La questione di legittimità costituzionale, è stata sollevata e rimessa alla Corte Costituzionale dai giudici dei tribunali di Torino, Modena e Vercelli, a seguito dei ricorsi presentati dai metalmeccanici della Fiom-Cgil.

Il sindacato sosteneva la conflittualità dell'articolo 19 con alcuni principi cardine della Costituzione (articoli 2, 3 e 39, ossia sulla lesione del principio solidaristico, la violazione del principio di uguaglianza e del principio di libertà sindacale). Rilievi che la Consulta ha ritenuto fondati.

"La Costituzione rientra in fabbrica. E' una vittoria di tutti i lavoratori. Non ci sono più alibi: il governo convochi immediatamente un tavolo con la Fiat e tutte le organizzazioni sindacali per garantire l'occupazione e un futuro industriale", ha commentato il segretario generale della Fiom-Cgil Maurizio Landini.






Questo è un articolo pubblicato il 03-07-2013 alle 19:39 sul giornale del 04 luglio 2013 - 2612 letture

In questo articolo si parla di attualità, fiat, rsa, fiom, corte costituzionale, federazione impiegati operai metallurgici, maurizio landini, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/O3y





logoEV