Abolizione delle Province, il Governo ci riprova

Enrico Letta 1' di lettura 05/07/2013 - Dopo lo stop imposto dalla Consulta al decreto legge sul riordino delle Province varato dall'Esecutivo Monti, il Governo ci riprova.

Il Consiglio dei ministri ha dato via libera al disegno di legge costituzionale per l'abolizione delle province. Al termine del Cdm il premier Letta ha invitato le Camere ad approvare il testo "il più rapidamente possibile". Secondo lo schema del ddl le province verranno soppresse entro sei mesi dalla data in entrata in vigore della legge costituzionale. Il ddl inolte abroga il termine 'province' da tutti gli articoli della Costituzione che lo menzionano.

Enrico Letta ha assicurato che in ogni caso "salvaguarderemo i lavoratori delle province e le loro funzioni", i quali verranno ripartiti in capo agli altri enti locali. Per quanto riguarda le province i cui organi sono in scadenza "nelle prossime settimane" verranno predisposti interventi ad hoc, perché "i tempi di approvazione del ddl costituzionale non sono compatibili con le scadenze" delle amministrazioni.

Il premier Letta ha poi aggiunto, sul tema della regolamentazione delle lobby, di aver dato "mandato al ministro Moavero di fare un esame comparato con i principali paesi europei".






Questo è un articolo pubblicato il 05-07-2013 alle 17:47 sul giornale del 06 luglio 2013 - 2551 letture

In questo articolo si parla di politica, enrico letta, abolizione delle province, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/O8p