Atletica: positivi al doping Tyson Gay e Asafa Powell

1' di lettura 15/07/2013 - Bufera nel mondo dell'atletica: i velocisti Tyson Gay e Asafa Powell sono risultati positivi all'antidoping.

Gay, primatista mondiale stagionale dei 100 metri, e principale avversario di Usain Bolt, è risultato positivo per una sostanza ancora non identificata dopo un test eseguito lo scorso 16 maggio. Le controanalisi devono ancora essere eseguite, di sicuro salterà i mondiali in programma ad Agosto a Mosca.

"Non ho mai fatto nulla di sbagliato. La mia storia è pulita. Non posso parlare di sabotaggio, mi sono fidato di qualcuno e questa fiducia è stata tradita. Ho fatto un errore, e ora non sarò in pista al meeting di Monaco e poi ai Mondiali", ha detto lo sprinter americano.

Bufera doping anche in Giamaica, dove cinque atleti sono risultati positivi al controllo antidoping durante i campionati nazionali dello stato caraibico, svoltisi il mese scorso a Kingston. Tra loro un altro rivale storico di Bolt, l'ex primatista mondiale dei 100 metri Asafa Powell. E altri due medagliati olimpici: Nesta Carter, oro nella staffetta 4×100 ai Giochi di Pechino, e Sherone Simpson, oro ad Atene nel 2004 nella 4×100.

Su indicazione della Wada, l'agenzia mondiale antidoping, i carabinieri del Nas hanno perquisito le stanze d'albergo di Asafa Powell e del suo preparatore atletico a Lignano Sabbiadoro. I militari hanno rinvenuto e sequestrato una cinquantina di scatole di medicinali, flaconi, integratori, pillole. Non si sa ancora di cosa si tratta, ma sono di certo una quantità di farmaci spropositata per un atleta.






Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2013 alle 16:34 sul giornale del 16 luglio 2013 - 2485 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, doping, marco vitaloni, asafa powell, tyson gay

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ps2





logoEV