Tragedia nel bresciano: due fratellini muoiono carbonizzati nell'incendio della loro casa

Vigili del fuoco 1' di lettura 16/07/2013 - Due fratelli di 9 e 13 anni, Davide e Andrea Iacovone, sono morti in un incendio divampato in una palazzina a Ono San Pietro, piccolo centro di montagna del bresciano.

Nel rogo è rimasto gravemente ferito anche il padre quarantenne dei due bambini, Pasquale. L'uomo ha ustioni sul 90% del corpo ed è stato portato prima all'ospedale di Esine e poi portato al centro grandi ustionati di Padova. L'incendio è scoppiato verso le 10 di mattina, ed ha coinvolto solo l'appartamento al primo piano della palazzina. I corpi dei due fratellini sono stati ritrovati carbonizzati all'interno della camera da letto. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri del vicino comune di Breno. Ancora ignote le cause del rogo.

La Procura di Brescia ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per duplice omicidio. Il padre dei due bimbi morti, Pasquale Iacovone, era stato denunciato più volte per stalking dalla ex moglie. I due erano separati da quattro anni e da tre lui viveva in affitto nell'appartamento andato a fuoco. Di recente però i rapporti tra i due si erano fatti più tesi: l'uomo aveva minacciato l'ex moglie di non farle mai più vedere Andrea e Davide, lei aveva chiesto che gli fosse tolta la patria potestà.






Questo è un articolo pubblicato il 16-07-2013 alle 20:34 sul giornale del 17 luglio 2013 - 2273 letture

In questo articolo si parla di cronaca, incendio, vigili del fuoco, marco vitaloni, ono san pietro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Pw3





logoEV