Russia: il blogger anti-Putin Navalny condannato a 5 anni per furto

alexei navalny 1' di lettura 18/07/2013 - Alexei Navalny, avvocato-blogger e uno dei principali oppositori del presidente russo Vladimir Putin, è stato condannato a 5 anni di carcere per appropriazione indebita dal tribunale di Kirov, città a 800 km a est di Mosca.

L'attivista era accusato di aver sottratto l'equivalente di 500mila dollari di legname da una segheria di Stato quando era consigliere regionale a Kirov. L'imputato è stato arrestato direttamente in aula al termine della lettura della sentenza. Il 37enne Navalny, che si è sempre detto innocente e ha parlato di "processo politico", ha annunciato il ritiro della propria candidatura a sindaco di Mosca.

Dopo l'arresto migliaia di persone si sono radunate fuori dal Cremlino a Mosca e a San Pietroburgo per contestare il movente politico del verdetto, scandendo slogan e frasi contro Putin. Le forze dell'ordine avrebbero fermato decine di manifestanti.

"Preoccupazione" per la sentenza è stata espressa dall'Alto rappresentante per la politica estera e la sicurezza dell'Unione Europea, Catherine Ashton. La condanna solleva "seri interrogativi" sul rispetto dello stato di diritto in Russia, ha dichiarato la Ashton.






Questo è un articolo pubblicato il 18-07-2013 alle 20:49 sul giornale del 19 luglio 2013 - 2124 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Russia, marco vitaloni, vladimir putin, alexei navalny

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/PCP