Processo Ruby bis: sette anni a Mora e Fede, cinque a Minetti

Lele Mora 1' di lettura 19/07/2013 - I giudici della V sezione penale del Tribunale di Milano hanno condannato nell'ambito del processo Ruby bis, Lele Mora e Emilio Fede a 7 anni di reclusione, Nicole Minetti a 5 anni.

L'ex agente dei vip è stato riconosciuto colpevole per tutti i reati contestati: favoreggiamento e induzione alla prostituzione, anche minorile, e gli sono state riconosciute le attenuanti generiche. L'ex direttore del Tg4 è stato condannato per favoreggiamento e induzione alla prostituzione delle ragazze maggiorenni, assolto per gli altri reati. L’ex consigliera regionale del Pdl è stata condannata per favoreggiamento alla prostituzione delle maggiorenni.

Per Mora e Fede è stata disposta anche l'interdizione perpetua dai pubblici uffici, interdizione per 5 anni invece per la Minetti. Il collegio giudicante come già successo nel processo principale, ha trasmesso gli atti alla Procura perché valutino le dichiarazioni di 33 testimoni della difesa compresa la stessa Ruby, Silvio Berlusconi e i suoi avvocati, Niccolò Ghedini e Piero Longo, per valutare eventuali ipotesi di reato in relazione alle indagini difensive.






Questo è un articolo pubblicato il 19-07-2013 alle 18:23 sul giornale del 20 luglio 2013 - 2411 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, Silvio Berlusconi, emilio fede, lele mora, Nicole Minetti, marco vitaloni, processo ruby, bunga bunga

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/PFu





logoEV