Wikileaks: Assange lancia il partito in Australia

Julian Assange 1' di lettura 25/07/2013 - Si chiama 'Wikileaks Party' il movimento politico fondato da Julian Assange in vista delle prossime elezioni politiche in Australia, previste per il 14 settembre.

L'attivista ha presentato il partito ai suoi sostenitori riuniti in una biblioteca di Melbourne parlando in videoconferenza dall'ambasciata ecuadoregna a Londra, dove si trova rifugiato da oltre un anno. "Il nostro è un partito che controllerà, non è un partito di governo", ha spiegato Assange, annunciando la sua candidatura al senato australiano.

La portavoce del partito Samantha Cross ha riferito che Assange vuole tornare in Australia ad occupare la sua carica e che "spera che questo ultimo atto possa funzionare". Ma le autorità britanniche hanno più volte affermato di non voler accordare un salvacondotto all'attivista, su cui pende un mandato di estradizione in Svezia per abusi sessuali. Oltre al fondatore, il Wikileaks Party presenterà alle elezioni altri sette candidati: si tratta di giornalisti, attivisti e accademici.






Questo è un articolo pubblicato il 25-07-2013 alle 17:42 sul giornale del 26 luglio 2013 - 2310 letture

In questo articolo si parla di politica, australia, wikileaks, Julian Assange, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/PUj





logoEV