SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA

Bellante (Te): donna di colore uccisa con un fucile da caccia

1' di lettura
2174

L'uomo ha fatto fuoco dal balcone di casa verso la donna che è morta quasi sul colpo. E' intervenuta la Polizia Stradale di Teramo che lo ha immediatamente ammanettato all'interno della sua abitazione. Si tratta di Mario Ciabattoni, un pensionato del luogo.

Ancora una donna uccisa nonostante gli appelli ed il rafforzamento dei controlli. A Bellante, cittadina sulla strada tra Giulianova e Teramo, un uomo ha sparato ad una extracomunitaria ferendola mortalmente. Erano le 10:30 circa di questa mattina martedì 20 agosto.

La vittima era nei pressi dellìabitazione dell'omicida che dal balcone, imbracciato il fucile da caccia, ha fatto fuoco ad una distanza di pochi metri. La stessa si è accasciata al suolo esalando poco dopo l'ultimo respiro. Sono risultati vani i tentativi di soccorrerla.

Sul posto è accorsa una pattuglia della Polizia Strada che ha arrestato l'uomo che è stato successivamente condotto in Questura nel capoluogo.

Sembra che i motivi della lite che hanno preceduto il fatto di sangue siano da ricercare in problemi condominiali esistenti da tempo. Pare ci fosse anche una denuncia per ingiurie e percosse. Al Ciabattoni, esperto cacciatore, giorni addietro sarebbero state sequestrate delle armi per uso venatorio.

Evidentemente il fucile usato per l'omicidio non era stato denunciato o comunque non nella disponilità al momento dell'omicida. Qualcosa di più dovrebbe sapersi dopo l'interrogatorio di garanzia. L'arma usata contro la donna era caricata con cartucce a pallettoni usate generalmente per la caccia al cinghiale.





Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2013 alle 12:26 sul giornale del 21 agosto 2013 - 2174 letture