SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'

articolo
Pompei: al salvataggio ci pensano i tedeschi

1' di lettura
2999

Arriva dalla Germania la salvezza dell'antica città romana di Pompei: pronti dieci milioni di euro e un progetto di restauro decennale.

Si chiama "Pompei Sustainable Preservation Project" il progetto internazionale, con partenza estate 2014, che vede scendere in campo il meglio della ricerca tedesca con l'obiettivo di restaurare e conservare il sito archeologico vesuviano, patrimonio dell'umanità. Nel progetto sono infatti coinvolti il Fraunhofer, il più grande centro di ricerca tecnica d'Europa, finanziato dall'industria e dal governo tedesco, e la Technische Universität di Monaco di Baveria.

Terzo ente promotore del progetto è l'Iccrom, il centro studi per il restauro affiliato all'Unesco, che ha sede a Roma. Per l'Italia partecipa il Cnr, con l'Ibam, l'istituto per i beni archeologici e monumentali di Catania. Il programma coinvolge anche la School of geography and environment dell'Università di Oxford, il Dipartimento di storia antica dell'Historicum della LudwigMaximiliansUniversität Munchen (Lmu Munchen), il Deutsches Archäologisches Institut (Dai) di Roma e l'Università di Pisa.

Nel progetto saranno impiegati una cinquantina di esperti, professori e ricercatori. Oltre al restauro integrale e alla messa in sicurezza degli edifici, il team si dedicherà anche a sviluppare strategie e metodi innovativi per la conservazione e la prevenzione, rendendo Pompei un centro di ricerca sulla conservazione dell'architettura antica.