SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Agenda digitale: Italia in ritardo rispetto al resto d'Europa

2' di lettura
2370

banda larga e fibre ottiche per internet e adsl

Nel processo di modernizzazione e innovazione digitale del Paese, l'Italia si trova in una situazione di grave ritardo rispetto al resto dei paesi europei.

Lo sapevamo da tempo, e ce lo conferma una volta di più uno studio pubblicato ad agosto da MM One Group: solo la Romania sta facendo peggio di noi nel raggiungere gli obiettivi dell'Agenda digitale 2020 fissati dalla Commissione europea. L'Italia è indietro nell’uso regolare di Internet (53% contro la media europea del 70%), nell’uso dei servizi di eGovernment (19%, media europea 44%), nella quota di Pmi che fanno vendite o acquisti online (4%, media europea 13%), e nella velocità di connessione alla rete.

A fine 2012 il governo Monti aveva partorito il decreto Crescita 2.0, voluto dall'ex ministro allo sviluppo economico Corrado Passera: una sorta di presa di coscienza di questo ritardo, che conteneva una serie di provvedimenti volti a svecchiare il Paese, a partire dalla pubblica amministrazione. Un decreto che tra continui rinvii e ritardi è rimasto in gran parte lettera morta. Dei 51 provvedimenti contenuti nell'Agenda digitale, ne sono stati adottati finora solo 5.

L'ultimo rinvio in ordine di tempo, è lo slittamento, confermato dal ministro dell'istruzione Carrozza, di un anno, al 2015-2016, dell'introduzione degli ebook nelle scuole al posto dei testi cartacei. Rinvio che si aggiunge ai 20 milioni di euro sottratti, nel decreto del Fare del governo Letta, al progetto per dare la banda larga a tutti gli italiani entro il 2014 (già di per sè un ritardo, rispetto all'obiettivo del 2013 fissato dal decreto Crescita 2.0).

In ritardo, da oltre un anno, anche l'avvio dell'Agenzia dell'Italia digitale, l'ente che dovrebbe attuare buona parte dei provvedimenti dell'Agenda, a causa del mancato approvamento dello statuto. Mentre si fanno ancora attendere l'Anagrafe nazionale della popolazione e l'introduzione del Documento unificato che unirà carta d'identità e tessera sanitaria.



banda larga e fibre ottiche per internet e adsl

Questo è un articolo pubblicato il 03-09-2013 alle 18:37 sul giornale del 04 settembre 2013 - 2370 letture