SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

E' morto Alberto Bevilacqua

1' di lettura
2433

Alberto Bevilacqua

Si è spento a Roma all'età di 79 lo scrittore, poeta e regista Alberto Bevilacqua.

Era ricoverato da mesi nella casa di cura Villa Mafalda, dopo che era stato colpito da uno scompenso cardiaco lo scorso ottobre. Negli ultimi tempi le sue condizioni di salute avevano fatto scalpore, e la vicenda del suo ricovero era finita in tribunale.

La compagna di Bevilacqua, l'attrice e scrittice Michela Macaluso (meglio nota con il nome d'arte di Michela Miti), aveva denunciato i medici della clinica romana che avrebbero impedito il trasferimento del compagno in un'altra struttura attrezzata per terapie specialistiche. Scontrandosi con la famiglia, in particolare con la sorella Anna Bevilacqua. Alla notizia della morte dell’autore, i legali della Macaluso hanno chiesto e ottenuto che venga eseguita un’autopsia per accertare la causa della morte.

Nato a nel 1934 a Parma, ma residente da anni a Roma, Alberto Bevilacqua è stato uno dei più celebri scrittori e registi italiani. Autori prolifico di poesie, racconti e romanzi, molti dei quali ispirati alla sua Parma e alla provincia emiliana, pubblicò il suo primo romanzo, "La polvere sull'erba", nel 1955. Il successo internazionale arrivò nel '64 con una delle sue opere più celebri, "La califfa", di cui Bevilacqua diresse in seguito anche la versione cinematografica, così come quelle di diversi altri suoi scritti.

Nel corso della sua lunga carriera aveva vinto i maggiori premi della letteratura: nel 1966 vinse il premio Campiello con il romanzo “Questa specie d’amore”, due anni dopo il premio Strega con "L'occhio del gatto" e due volte il Bancarella, nel '72 con “Un viaggio misterioso” e nel '91 con “I sensi incantati”.



Alberto Bevilacqua

Questo è un articolo pubblicato il 09-09-2013 alle 20:39 sul giornale del 10 settembre 2013 - 2433 letture