SEI IN > VIVERE ITALIA > SPORT
comunicato stampa

Pugilato: due giovani abruzzesi ai campionati europei in Russia

3' di lettura
1479

Alessandro Azzaro e Marco Amoroso: amici fraterni, legati dalla passione per il pugilato, cresciuti nelle esperienze quotidiane condivise, due promesse, due atleti di grande volontà, arrivati consecutivamente per tre anni alle finali nazionali.

Entrambi Campioni Italiani Schoolboys e Vice Campioni Italiani Junior, entrambi Medaglia d’Oro a Tornei Nazionali. Ancora insieme, oggi, selezionati dal M° Raffaele Bergamasco, direttore delle Nazionali Azzurre, per partecipare alla più grande esperienza pugilistica da loro finora vissuta, a soli quindici anni: i Campionati europei di Anapa, in Russia.

Su dieci pugili azzurri titolari della spedizione europea, ben due sono del Boxing Team Simone Di Marco di Pescara. “Un’emozione ed un orgoglio indescrivibili – afferma il tecnico Simone Di Marco –, essere presenti in maglia azzurra agli Europei Junior è una porta spalancata sul loro futuro, è un’esperienza che premia il grandissimo lavoro che hanno fatto finora, ma che li sta catapultando in una scelta di vita. Li conosco, vivo con loro ogni giorno e so che torneranno dalla Russia con una ricchezza d’animo ed una determinazione senza confronti. Insieme, poi, sono una vera forza.”

La competizione presenta un livello altissimo di pugili in gara, specie per quanto riguarda le nazionali dell’est; per di più i Campionati hanno luogo proprio in Russia, terra di dure tradizioni pugilistiche. E alla domanda “Che obiettivo vi siete prefissati per questi difficili europei?” i giovanissimi Marco e Alessandro fanno coro: “Dare il massimo!”. E che vuole dare il massimo lo ha già mostrato negli ottavi di finale dei 52 kg il pescarese Marco Amoroso, che ha sconfitto l’estone Dmitri Lefanov col punteggio di 3 a 0, tenendo un ritmo di gara eccezionale e mostrando tutto il suo carattere agonistico.

“Di uguale hanno una smisurata voglia di arrivare, – racconta ancora Di Marco - ma sono due personalità completamente diverse: Marco Amoroso, in arte ‘la zecca’, è un pugile che vive rincorrendo i sogni, è un cuore impazzito; ogni volta che lo accompagno sul ring so che mi stupirà per cose imprevedibili, lui è capace di capovolgere un match in soli due minuti di ripresa o di venire all’angolo, togliermi la parola e dirmi cose spiazzanti, personali, o semplicemente ‘guardami, mo vinciamo’. Io lo definisco un inseguitore di sogni, uno di quegli atleti che ti sbaragliano il cuore. Alessandro Azzaro, invece, è ‘il Professore’. Un saggio di quindici anni; un pugile studioso, di grandi soluzioni agonistiche. Serio e di poche parole, ma di grandi fatti. Nei momenti in cui prepariamo la strategia di un match difficile, di Campionato o di Torneo, è lui a parlare e ha un occhio straordinario. Sul ring ha una padronanza del momento di gara ed una precisione millimetrica del gesto pugilistico da far invidia a tanti Elite. Un orgoglio allenarlo ogni giorno.”

Una rappresentanza straordinaria per il Boxing Team Simone Di Marco, ed un riconoscimento anche per il giovane tecnico Simone Di Marco, che è ormai alla seconda convocazione 2013 nel Centro Federale di Santa Maria degli Angeli per la qualità degli atleti che cresce e prepara quotidianamente nella palestra di Porta Nuova a Pescara. New entry del Boxing Team l'appena quattordicenne Fabiola Sprecacenere, che ha debuttato nel pugilato agonistico disputando a Trevi, la scorsa domenica, la Finale del Torneo Nazionale Junior riportando un argento che apre le porte ad una grande carriera.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2013 alle 13:05 sul giornale del 15 novembre 2013 - 1479 letture