SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

'Ndrangheta, arrestato l'ex boss pentito Nino Lo Giudice

1' di lettura
1635

Nino Lo Giudice
E' stato arrestato a Reggio Calabria Antonino Lo Giudice, l'ex boss e collaboratore di giustizia scomparso nel nulla lo scorso giugno.

Gli uomini della Squadra mobile e del Servizio centrale operativo lo hanno catturato all'alba di venerdì in una villetta nel quartiere Vito, nella periferia nord della città. Il "Nano" non era armato e non ha opposto resistenza all'arresto. Con lui c'era la moglie. E' proprio seguendo i familiari che gli investigatori sono riusciti ad individuare il nascondiglio del pentito latitante.

Lo Giudice aveva iniziato a collaborare con la Dda di Reggio Calabria nel novembre 2010. si era addossato la responsabilità della stagione delle minacce contro i magistrati reggini, e si era autoaccusato di essere il mandante delle bombe esplose davanti alla Procura Generale (3 gennaio) e sotto l’abitazione del magistrato Salvatore Di Landro (26 agosto). Episodi per i quali era stato già condannato a 6 anni e 4 mesi. Lo Giudice, considerato il boss dell'omonimo clan, aveva testimoniato in diversi maxi processi contro le 'ndrine reggine.

Lo scorso 5 giugno si era allontanato dalla località protetta in provincia di Macerata dove si trovava agli arresti domiciliari ed era sparito dalla circolazione. Nei giorni successivi alla fuga aveva fatto recapitare ai magistrati due memoriali in cui ritrattava tutto e affermava di essere stato costretto a rendere dichiarazioni false. Ora Lo Giudice dovrà chiarire cosa sia successo e i motivi che lo hanno spinto alla fuga.



Nino Lo Giudice

Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2013 alle 15:46 sul giornale del 16 novembre 2013 - 1635 letture