SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Egitto: continuano gli scontri, decine di vittime e mille arresti

1' di lettura
1771

Scontri Egitto

Sono almeno una cinquantina le persone morte tra sabato e domenica negli scontri che stanno insanguinando l'Egitto, nel terzo anniversario della rivolta anti-Mubarak.

E' questo il drammatico bilancio diffuso dal ministero della sanità, mentre secondo il ministero dell'interno, sono oltre un migliaio gli arresti eseguiti in seguito agli scontri degli ultimi giorni. Battaglie nelle strade tra le forze di sicurezza e i sostenitori dell'ex presidente Morsi, deposto a luglio dai militari, si registrano ovunque, sia nella capitale sia in numerose altre province.

Nel Sinai sono stati uccisi quattro soldati egiziani, altri nove sono rimasti feriti. L'autobus sul quale viaggiavano i militari è caduto in un'imboscata di guerriglieri jihaidisti. Sempre nella penisola è precipitato un elicottero militare: almeno 5 le vittime. Militanti di al-Qaeda hanno rivendicato l'abbattimento del velivolo.

Mentre infuriano gli scontri, il presidente egiziano ad interim Adly Mansour ha annunciato che le elezioni presidenziali saranno organizzate prima delle legislative, a differenza del calendario concordato con i militari dopo la deposizione del presidente Morsi. Elezioni alle quali prenderà parte molto probabilmente l'uomo forte dell'attuale regime, il generale Sisi.



Scontri Egitto

Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2014 alle 17:08 sul giornale del 27 gennaio 2014 - 1771 letture