SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Banda larga: Italia ultima in Europa

1' di lettura
1695

banda larga
L'Italia resta il fanalino di coda dell'Europa per quanto riguarda la velocità e la diffusione delle connessioni internet a banda larga.

E' quanto emerge dal Rapporto sullo stato di internet del terzo trimestre 2013, pubblicato da Akamai Technologies. L'Italia figura al 48esimo posto al mondo per velocità della connessione internet misurata, ultima tra i Paesi dell'Unione Europea. La velocità media nel nostro Paese si attesta attorno ai 4,9 Megabit al secondo, ben lontano dai 12,5 Mbps dell'Olanda, il Paese europeo più veloce. E ad anni luce di distanza dai 22,1 Mbps della Corea del Sud, il Paese al primo posto al mondo per velocità di connessione.

Più preoccupante appare però il fatto che l'Italia sia l'unico paese europeo a rallentare la crescita: nel terzo trimestre la velocità media è calata dell'1,4% rispetto al trimestre precedente, anche se su base annua rimane il + 24%. Cala invece il picco medio di velocità di connessione: 18,2 Mbps, inferiore del 4,9% rispetto allo scorso anno e del 22% rispetto al trimestre precedente. Dato particolarmente negativo per l'Italia, che resta l'unico Paese Ue fermo sotto la soglia dei 20 megabit. Il nostro Paese resta anche l'unico in Europa, assieme alla Turchia, ad avere un tasso di adozione della banda larga inferiore al 50 per cento.

Cresce invece, seppur di poco (appena lo 0,5%), l'adozione delle connessioni più prestanti, le "high broadband" (superiori ai 10 Mbps). L'Italia si attesta al 3,7%. Ben poca cosa in confronto a Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, che sono rispettivamente al 12%, 17%, 14% e 27%. Su fronte delle connessioni mobile l'Italia è invece in linea con la media europea.



banda larga

Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2014 alle 19:21 sul giornale del 30 gennaio 2014 - 1695 letture