SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Corte Europea: il divieto del burqa in Francia non viola i diritti umani

1' di lettura
1657

burqa
La corte europea dei diritti dell’uomo dà ragione alla Francia: la legge che vieta di indossare il velo integrale islamico in tutti i luoghi pubblici non viola né il diritto alla libertà di religione né quello al rispetto della vita privata.

I giudici di Strasburgo hanno quindi respinto il ricorso presentato da una donna di 24 anni, di religione musulmana, secondo la quale la legge francese, entrata in vigore nel 2011, viola la sua libertà religiosa e di coscienza. La giovane francese si era appellata all’articolo 8 (diritto al rispetto della vita privata), all’articolo 9 (diritto alla libertà di pensiero e di religione) e all’articolo 14 (diritto a non essere discriminati) della Convezione europea dei diritti dell’uomo.

La Corte ha dato in parte ragione alla donna, affermando che la legge francese costituisce un’intromissione “permanente” nella vita privata e religiosa dei cittadini. Ma, come spiega il quotidiano Le Monde, la norma voluta da Sarkozy è legittimata dalla motivazione di “proteggere le condizioni della vita associata". La sentenza contiene anche una bacchettata al governo di Parigi: la motivazione della sicurezza pubblica addotta dalla Francia per introdurre il divieto è eccessiva e non proporzionata.



burqa

Questo è un articolo pubblicato il 01-07-2014 alle 20:51 sul giornale del 02 luglio 2014 - 1657 letture