SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Somalia: assalto al palazzo presidenziale

1' di lettura
2108

E' di nove morti il bilancio del fallito assalto sferrato dai miliziani di al-Shabaab, gruppo legato ad al-Qaeda, al palazzo presidenziale di Mogadiscio, capitale della Somalia.

Sono stati gli stessi militanti islamici a rivendicare l'attacco, sostenendo anche di aver preso il controllo dell'edificio, che ospita anche il governo. Annuncio subito smentito dalle forze di sicurezza: la situazione è sotto controllo. Secondo una prima ricostruzione, a dare il via all'attacco sarebbe stata un'autobomba, esplosa davanti all'ingresso dell'edificio. La confusione successiva avrebbe consentito ad un drappello di uomini armati di entrare nel palazzo e a dare vita a uno scontro a fuoco con gli uomini della sicurezza.

Il presidente somalo, Hassan Sheikh Mohamud, non era nel palazzo al momento dell'attacco: si trovava infatti nella residenza dell’inviato speciale dell'Onu in Somalia, nei pressi dell’aeroporto. L'attacco segue di pochi giorni quello sferrato sabato sempre dai miliziani di al-Shabaab contro la sede del parlamento somalo, nel corso del quale avevano perso la vita 5 persone, tra civili e agenti della sicurezza. Altri assalti degli integralisti islamici si erano verificati, sempre contro il parlamento, il 24 maggio e il 21 febbraio scorso.



Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2014 alle 21:30 sul giornale del 09 luglio 2014 - 2108 letture