Ucraina: aiuti umanitari russi, Barroso 'No, ad interventi unilaterali'

Josè Manuel Barroso 1' di lettura 11/08/2014 - Si è parlato della crisi ucraina in una telefonata intercorsa tra il presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso e il presidente russo, Vladimir Putin.

Il secondo ha sostenuto che manderà una missione umanitaria in Ucraina sud-orientale in collaborazione con la Croce rossa internazionale mentre Barroso ha risposto di evitare ogni azione unilaterale “facendo ricorso a qualsiasi pretesto, anche quello umanitario”.

Gli aiuti sono stati concordati con il presidente ucraino Petro Poroshenko. Fino ad ora l’Ucraina si era infatti opposta agli aiuti umanitari da parte della Russia e l'Europa aveva sostenuto che qualsiasi tentativo di inviare personale militare in Ucraina con il pretesto di assistenza umanitaria sarebbe stato considerato un tentativo di invasione. Il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, continua però a temere che possa verificarsi un’operazione militare.






Questo è un articolo pubblicato il 11-08-2014 alle 23:06 sul giornale del 12 agosto 2014 - 2454 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ucraina, Sara Santini, articolo, presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barros

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/8tz





logoEV