SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Usa: dopo 30 anni di carcere scagionati con l'esame del Dna

1' di lettura
2327

Dopo 30 anni di carcere il giudice scopre che due fratellastri erano vittime di un errore giudiziario. La tragica vicenda è avvenuta nella Carolina del Nord.

I due, Henry McCollum, 50 anni, e Leo Brown, 46, erano stati condannati per lo stupro e l’uccisione di una bambina di 11 anni avvenuto nel 1983. A scagionarli tracce del DNA di un altro uomo ritrovate su una delle prove del caso.

La bimba fu ritrovata seminuda in un campo di grano e lì vicino vennero trovati due bastoni e un mozzicone di sigaretta. I due confessarono dopo una serie di pressioni, e vennero condannati alla pena di morte nonostante non ci fossero prove evidenti della loro presenza sul luogo del delitto.

Gli avvocati chiesero il rilascio dopo che si verificò che il DNA sul mozzicone appartiene ad un uomo che viveva vicino al campo di grano in cui fu ritrovata Sabrina Buie. Il terzo uomo, di cui non si conosce l’identità, si trova già in carcere condannato all'ergastolo per stupro e omicidio, avvenuti poco tempo dopo l'uccisione della piccola.



Questo è un articolo pubblicato il 03-09-2014 alle 17:41 sul giornale del 04 settembre 2014 - 2327 letture