SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Burundi: arresto omicida, missionarie 'E' depistaggio'

1' di lettura
1933

Non sembra ancora chiusa la vicenda delle tre suore missionarie italiane uccise a Kamenge, in Burundi. 

Dopo l’arresto del presunto autore del triplice omicidio, i missionari che operano sul luogo non credono che sia la pista giusta. L’ipotesi è quella di un depistaggio da parte della polizia. Le missionarie pensano che l’omicidio delle tre suore, Olga Raschietti, Lucia Pulici e Bernardetta Boggian, sia stato commesso da più di una persona, che conosceva bene la casa.

L’uomo arrestato, un 33enne, Christian Claude Butoyi, al momento del fermo era in possesso delle chiavi del convento e del cellulare di una delle suore uccise. Secondo un portavoce della polizia di Bujumbura l’arrestato avrebbe confessato. In ogni caso le suore hanno intenzione di continuare la loro missione in Africa.



Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2014 alle 19:19 sul giornale del 12 settembre 2014 - 1933 letture