SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Lecce: pastore ucciso con un colpo di pistola 'per gioco'

1' di lettura
2160

Pistola
Era stato trovato morto, ucciso con un solo colpo di pistola esploso a distanza ravvicinata, ora si scopre che l’omicidio è avvenuto “per gioco”.

La vittima, un pastore albanese 23enne, Hyraj Qamil era stato ucciso ad aprile nelle campagne di Torre Castiglione, sul litorale nord di Porto Cesareo. Il proprietario della masseria in cui lavorava, Giuseppe Roi, 30 anni è stato arrestato con l’accusa di essere l’omicida.

Secondo la ricostruzione della Procura, Roi stava “giocando” a sparare mirando ad un frigorifero posizionato all’aperto nella sua masseria. A poca distanza il giovane albanese che doveva essere evitato dando prova della sua bravura. Ma qualcosa evidentemente è andato storto e il giovane è stato colpito. Per nascondere la verità il padre di Roi, Angelo, ha raccontato ai carabinieri che nella zona c’erano stati furti di animali, sporgendo regolare denuncia e facendo passare l’omicidio come conseguenza di una rapina. Il padre, è ora quindi indagato per simulazione di reato, mentre il figlio è accusato di omicidio volontario.



Pistola

Questo è un articolo pubblicato il 05-11-2014 alle 14:57 sul giornale del 06 novembre 2014 - 2160 letture