SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Internet: in Piemonte il primo provider 'popolare'

1' di lettura
2503

banda larga generico
Il piccolo comune di Verrua Savoia, 1.477 abitanti a 60 chilometri da Torino, è il primo in Italia a risolvere il problema del digital divide con la creazione "dal basso" del proprio fornitore di servizi Internet.

Il provider è costituito dai cittadini, riuniti in un'associazione senza fini di lucro, chiamata "Senza Fili, Senza confini", che fornisce una connessione internet wireless a 20 Mb/s. Unico costo, necessario per mantenere e gestire la rete, la quota di iscrizione annuale all'associazione pari a 50 euro, ovvero 4 euro al mese. In pratica l'associazione si fa carico degli investimenti per accedere alla banda larga, acquistandola in gruppo dagli operatori tradizionali, a costi ridotti.

Tutto nasce nel 2010 da un'idea di Daniele Trinchero, docente del Politecnico di Torino e originario di Verrua. La sfida era quella di portare la banda larga nelle zone più remote, dove i provider non arrivano perchè poco conveniente. Così, grazie alla collaborazione dell'ateneo piemontese e del Comune, riesce ad avviare un progetto che ha permesso di diffondere gratuitamente il segnale wi-fi sul 98% del territorio comunale, grazie ad una serie di antenne low cost.

Da quell'esperimento, la cui fine è prevista per dicembre 2014, è nata l'idea di proseguire con il progetto, dando vita all'associazione e registrandola come provider. Nei mesi scorsi il ministero dello Sviluppo economico ha accolto la richiesta e concesso tutte le autorizzazioni. I cittadini di Verrua Savoia sono ora pronti a partire.



banda larga generico

Questo è un articolo pubblicato il 26-11-2014 alle 18:46 sul giornale del 27 novembre 2014 - 2503 letture