Roma: vendeva esami, arrestato professore della Sapienza

Università 1' di lettura 03/12/2014 - Era di 2mila euro il prezzo per superare un esame fissato da un professore dell'università La Sapienza di Roma, arrestato mercoledì dalla Guardia di Finanza.

Ad Antonio Patruno, ex docente a contratto della facoltà di Architettura dell'ateneo romano, sono contestati 34 reati, tra cui concussione, abuso d'ufficio, peculato, falso materiale e ideologico in atti pubblici. L'indagine della Procura di Roma è partita nel 2011 in seguito ad un servizio de "Le Iene" di Italia 1 che aveva documento l'illecito comportamento del docente, grazie alla complicità di una studentessa.

Il sistema messo in piedi dal professore era ben organizzato: domande concordate prima dell'esame, pagamento anticipato in contanti, voto massimo 28. Ogni esame costava 2mila euro, ed erano previsti sconti per 'l'acquisto' di pacchetti di prove. L'uomo inoltre arrotondava i guadagni illeciti con una serie di lezioni private, dai 30 ai 50 euro l'ora, che coinvolgevano anche gli assistenti.






Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2014 alle 20:21 sul giornale del 04 dicembre 2014 - 1617 letture

In questo articolo si parla di cronaca, università, roma, università la sapienza, concussione, abuso d'ufficio, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/acsx





logoEV