Cecenia: scontri a fuoco tra terroristi islamici e polizia, 19 morti

Cecenia 1' di lettura 04/12/2014 - Riesplodono le violenze a Grozny, capitale della Cecenia, dove almeno 19 persone hanno perso la vita in scontri a fuoco tra guerriglieri islamici e forze di polizia.

Il bilancio provvisorio delle vittime fornito dal Comitato nazionale russo antiterrorismo parla di dieci poliziotti morti e 28 feriti, mentre sarebbero 9 le vittime tra i terroristi. Gli scontri sono iniziati nella notte tra mercoledì e giovedì, quando un commando di uomini armati ha attaccato un posto di blocco della polizia stradale nel centro della città, uccidendo tre agenti.

Braccati dalle forze speciali russe, subito mobilitate dal leader ceceno Ramzan Kadyrov, i guerriglieri si sono poi asserragliati in un palazzo che ospita gli uffici di diversi mezzi di informazione locale. Dopo un duro scontro, i pochi supersiti del commando hanno dato alle fiamme l'edificio ed hanno cercato riparo in una scuola vicina, poi circondata e presa d'assalto dalle forze anti-terrorismo. L'attacco, compiuto nel giorno del discorso annuale del presidente russo Vladimir Putin al parlamento di Mosca, è stato rivendicato dal movimento della jihad islamica "Emirato del Caucaso".






Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2014 alle 20:02 sul giornale del 05 dicembre 2014 - 1737 letture

In questo articolo si parla di cronaca, cecenia, Russia, scontri, marco vitaloni, articolo, terrorismo islamico, grozny

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/acwb





logoEV