Varese: imprenditore accoltella il figlio e si toglie la vita

carabinieri generico 1' di lettura 08/12/2014 - Una banale lite familiare si è trasformata in tragedia nel Varesotto, dove un imprenditore si è tolto la vita dopo aver ferito a coltellate il figlio di 16 anni.

E' successo domenica mattina a Morosolo, frazione di Casciago. Un botta e risposta tra padre e figlio, come ce ne sono tanti, con il genitore che invitava il ragazzo a smettere di giocare con i videogame e a studiare. Questa volta però l'uomo, 53 anni, ha preso un coltello da cucina ed ha aggredito il 16enne, colpendolo alla schiena e al fianco.

Dopo il raptus, il padre è uscito di casa ed ha raggiunto in auto la sua azienda, a pochi chilometri di distanza, dove si è tolto la vita piantandosi un coltello nel cuore. Nel frattempo il ragazzo, ferito e sotto shock, è riuscito a raggiungere la madre, che ha subito allertato il 118. Il 16enne è stato ricoverato in ospedale ma le sue condizioni non sono gravi.






Questo è un articolo pubblicato il 08-12-2014 alle 14:34 sul giornale del 09 dicembre 2014 - 1875 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, suicidio, varese, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/acEe





logoEV