Ucraina: in vigore il cessate il fuoco, riprendono le forniture di gas

Gazprom 1' di lettura 09/12/2014 - Da martedì è in vigore un cessate il fuoco tra l’esercito di Kiev e i ribelli filorussi, nell’est dell’Ucraina.

Secondo un portavoce dell’esercito le truppe apriranno il fuoco solo in risposta ad eventuali attacchi dei separatisti. L’accordo era stato firmato lo scorso 5 settembre, ma le violenze erano continuate, tanto che il 4 dicembre si è decisa una nuova tregua. I negoziati previsti per martedì sono però stati rinviati al 12 dicembre.

Sono invece le parole del premier ucraino, Arseniy Yatsenyuk, ad alimentare la tensione con la Russia, il premier ha infatti parlato di un progetto per costruire un muro di difesa lungo il confine con la Russia nell’arco dei prossimi 4 anni.

Intanto dopo gli accordi del 30 ottobre e dopo aver ricevuto la prima tranche del pagamento del debito ucraino nei confronti di Mosca, Gazprom ha ripreso le forniture di gas a Kiev, sospese a giugno.






Questo è un articolo pubblicato il 09-12-2014 alle 17:17 sul giornale del 10 dicembre 2014 - 1907 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ucraina, Sara Santini, articolo, gazprom

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/acGO





logoEV