Euro falsi 'made in China', maxi-sequestro al porto di Napoli

1' di lettura 12/12/2014 - Maxi-sequestro di monete false al porto di Napoli, nascoste all'interno di un container che trasportava materiale edilizio proveniente da Shanghai.

Le monete, 306mila pezzi da uno e due euro, perfettamente riprodotte, erano occultate all'interno di sbarre di ferro cave. L'operazione, condotta dai carabinieri del Comando antifalsificazione monetaria di Roma e dei comandi provinciali di Palermo, Napoli, Salerno e Cosenza, ha consentito inoltre di smantellare un'organizzazione criminale composta da italiani, cinesi e africani responsabile dell’approvvigionamento e della distribuzione del denaro contraffatto. Sono in tutto 12 le persone arrestate tra Sicilia, Calabria e Campania. Le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata alla falsificazione, introduzione nello Stato e spendita di monete falsificate.






Questo è un articolo pubblicato il 12-12-2014 alle 18:45 sul giornale del 13 dicembre 2014 - 2477 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, cina, napoli, marco vitaloni, articolo, euro falsi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/acRP





logoEV