Crolla il valore del Rublo e del petrolio: bruciati nelle borse europee 200 miliardi di euro

energia petrolio 1' di lettura 16/12/2014 - Il crollo del valore del Rublo e del petrolio spaventano la Russia e sopratutto il mercato del vecchio continente, portando l'indice europeo Stoxx 600 ai minimi da ottobre.

I listini europei hanno assistito ad una delle peggiori performance di sempre, perdendo ben 200 miliardi euro di capitalizzazione.

Ora il cambio tra l’euro e il dollaro quota a 1,2460 mentre continua e si aggrava il crollo del rublo che fa registrare un altro record negativo nei confronti dell’euro e del dollaro. La moneta europea è arrivata a essere scambiata a 78,48 rubli, mentre la valuta americana a 63,03. Il petrolio Wti è invece di nuovo in calo del 2% a 56,5 dollari al barile.

La Banca centrale russa ha alzato il tasso di riferimento del 10,5% al 17% allo scopo di arrestare il crollo del Rublo che oggi ha perso ben il 10% del suo valore.


di Andrea Discepoli
redazione@viveresenigallia.it





Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2014 alle 09:05 sul giornale del 17 dicembre 2014 - 2149 letture

In questo articolo si parla di economia, europa, euro, petrolio, Russia, crisi, dollaro, articolo, Andrea Discepoli, Rublo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ac16





logoEV