Palermo: arrestato il boss mafioso Graziano, fù lui a procurare l'esplosivo per Di Matteo

1' di lettura 16/12/2014 - Martedì mattina è stato arrestato, durante un blitz della Guardia di finanza, il boss Vincenzo Graziano.

Vincenzo Graziano, ritenuto il "reggente" del mandamento palermitano di Resuttana dopo l'arresto del "capo" Vito Galatolo, è stato arrestato durante un blitz della Guardia di finanza che era in missione alla ricerca di armi ed esplosivi.

Secondo il boss incarcerato Vito Galatolo, che da alcune settimane collabora con i magistrati, Graziano sarebbe colui che ha procurato l'esplosivo per un attentato al pm Nino Di Matteo, uno dei magistrati del processo sulla trattativa Stato-mafia.

Il blitz è partito all'alba, le Fiamme gialle sono entrate in azione in una piccola stradina all'Acquasanta, nei pressi dei Cantieri navali. La segnalazione di Galatolo era precisa, ancorà però nessuna traccia dell'esplosivo che in queste ora è cercato nall'appartamento di Graziano.


di Andrea Discepoli
redazione@viveresenigallia.it





Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2014 alle 10:33 sul giornale del 17 dicembre 2014 - 2082 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Andrea Discepoli, Guardi di finanza, Vincenzo Graziano, Vito Galatolo, Nino di Matteo





logoEV