Cala la ricchezza delle famiglie dell'1,4% ma rimane otto volte superariore al reddito lordo

2' di lettura 17/12/2014 - Cala ancora la ricchezza delle famiglie italiane ma in rapporto al reddito lordo la ricchezza resta estremamente alta, otto volte tanto, più di Germania e Stati Uniti ed inoltre aumenta il risparmio.

Tiene la ricchezza delle famiglie anche calando dell'1,4% rispetto al 2013. Però secondo delle informazioni rese note dalla Banca d'Italia, starebbe aumentando il risparmio lasciando intravedere qualche spiraglio di ripresa economica.

Questo calo di ricchezza è soprattutto dovuto al calo del valore degli immobili, che costituiscono l'85% del totale delle attività reali, le attività finanziarie però, che ammontavano a 3.848 miliardi di euro, sono cresciute del 2,1%.

Inoltre per il 2014 è stimato un altro calo dell’1,2%, a causa di un’ulteriore flessione delle attività reali (-1,2%), al calo dello 0,4% di quelle finanziarie e all’aumento del 2,2% delle passività.

A fine 2013 la ricchezza netta per famiglia era pari a 350mila euro, 7,9 volte il reddito disponibile lordo e pari a più di 140mila euro pro capite. Nonostante il calo a prezzi costanti, il livello di ricchezza media per famiglia nel 2013 è simile a quello della fine degli anni Novanta. Il rapporto ricchezza-reddito lordo è in linea con quello di Francia, Giappone e Regno Unito ed è addirittura superiore a quello del Canada, della Germania e degli Stati Uniti.

La cosa positiva secondo Bankitalia è che dopo otto anni di diminuzione continuativa del risparmio alla fine del 2013 questo sia aumentato da 34 a 46 miliardi di euro.

La ricchezza complessiva delle famiglie italiane, in ogni caso, resta elevata. Il rapporto fra attività reali e reddito disponibile lordo, pari a 5,4, è inferiore soltanto a quello delle famiglie francesi; relativamente basso risulta il livello di indebitamento (81% del reddito disponibile), nonostante i significativi incrementi dell’ultimo decennio. - See more at: http://www.toscananews24.it/wp/?p=20260#sthash.IFOaMHzZ.dpuf

di Andrea Discepoli
redazione@viveresenigallia.it





Questo è un articolo pubblicato il 17-12-2014 alle 10:23 sul giornale del 18 dicembre 2014 - 1428 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ac45





logoEV