Garlasco: Stasi condannato a 16 anni

alberto stasi 1' di lettura 17/12/2014 - La Corte d'Assise d'Appello di Milano ha condannato Alberto Stasi a 16 anni di reclusione per l'omicidio volontario di Chiara Poggi, avvenuto il 13 agosto 2007 a Garlasco (Pavia).

Il 31enne Stasi, unico imputato nel processo per l'omicidio della fidanzata, era stato assolto sia in primo che in secondo grado. Poi, lo scorso aprile, la Cassazione aveva annullato l'assoluzione di secondo grado e disposto un nuovo processo d'appello, ritenendo che occorresse una "rivisitazione e una rilettura" di tutti gli indizi, anche con ulteriori accertamenti. "Siamo soddisfatti, non abbiamo mai mollato", ha dichiarato la mamma di Chiara, Rita Poggi, subito dopo la lettura della sentenza.

Il sostituto procuratore generale Laura Barbaini aveva chiesto la condanna a 30 anni. I giudici d'appello non hanno però riconosciuto l'aggravante della crudeltà. Stasi inoltre è stato condannato a risarcire la famiglia Poggi con un milione di euro.






Questo è un articolo pubblicato il 17-12-2014 alle 20:01 sul giornale del 18 dicembre 2014 - 1651 letture

In questo articolo si parla di cronaca, chiara poggi, omicidio volontario, marco vitaloni, articolo, delitto di garlasco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ac6n





logoEV