Pa: chiude la Cec Pac, la posta certificata voluta da Brunetta

1' di lettura 18/12/2014 - Va in pensione dopo appena quattro anni la Cec PAC, il servizio di posta elettronica certificata dedicato esclusivamente alle comunicazioni tra cittadini e pubblica amministrazione.

L'Agenzia per l'Italia Digitale ha infatti annunciato l'avvio della procedura per la sospensione graduale del servizio. Dal 18 dicembre 2014 non saranno più rilasciate nuove caselle Cec PAC, e dal 18 settembre 2015 sarà definitivamente inibito l’accesso alla propria casella. La Postacertificat@ Cec PAC era stata lanciata nel 2010 dall’allora Ministro per l’innovazione Renato Brunetta. Un prodotto pensato per dialogare con la pubblica amministrazione, ma che non ha mai raggiunto i risultati sperati, a causa dell'utilizzo limitato e della sovrapposizione con la Pec standard.

A fronte dei 2 milioni di attivazioni fissati come obiettivo minimo dal governo d'allora, sono state finora attivate dai cittadini solo 1,2 milioni di caselle. E di queste solo il 18% sono state effettivamente utilizzate per inviare almeno una mail. Un fallimento annunciato, di cui però non conosciamo il costo sostenuto dallo Stato per la realizzazione e la gestione del progetto. Nel suo comunicato l'Agid fa sapere che la chiusura del servizio permetterà risparmi pari a 19 milioni di euro, da destinare ad altri investimenti.






Questo è un articolo pubblicato il 18-12-2014 alle 18:25 sul giornale del 19 dicembre 2014 - 3458 letture

In questo articolo si parla di attualità, renato brunetta, pubblica amministrazione, posta certificata, marco vitaloni, articolo, cec pac e piace a michele

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ac0H





logoEV